Rivivere tutte le interfacce grafiche di Mac OS X

Che meraviglia questa “macchina del tempo” che permette di viaggiare tra le schermate di tutte le versioni di Mac OS X, dalla prima beta pubblica ad oggi… e pensare che ogni schermata è tratta realmente da un computer dell’epoca dona fascino in più a nerd e geek che non possono perdere quest’opera di Stephen Hackett.

https://512pixels.net/projects/aqua-screenshot-library/

Tastiera IBM PS/2

Tastiera IBM PS/2 su Mac. Fatto.

Tastiera IBM PS/2

Tastiera IBM PS/2: fantastica quanto ingombrante e pesante.

Amanti del vintage avete rispolverato una vecchia tastiera come questa? Sentite nostalgia del vero clic-clac che le tastiere di una volta emettevano ad ogni pressione di un tasto? Bene, con pochissimi euro e un po’ di pazienza l’operazione è possibile. Continue reading

Icona Anteprima

Firmare i PDF con Mac

Se avete scritto una lettera che dovete inviare in formato PDF e desiderate apporre la vostra firma in calce come potreste fare?

Niente di più facile se avete un Mac e non è necessario acquistare o scaricare software aggiuntivo: ci pensa Anteprima (che trovate nella vostra cartella Applicazioni  su Macintosh HD)

L'icona Anteprima per Os X

L’icona Anteprima per Os X

Aprite il vostro documento PDF con Anteprima. Accanto alla casella di ricerca, sulla destra delle finestra, fate clic sull’icona di modifica:

Anteprima - pulsante modifica

Anteprima – pulsante modifica

Facendo così comparirà una barra di pulsanti che consentono di aggiungere al PDF frecce, caselle di testo, fumetti, ovali… e firme. Il pulsante che interessa a noi è questo:

Anteprima - pulsante firma

Anteprima – pulsante firma

Se non avete mai creato firme Anteprima vi chiederà di registrarne una. Se così non fosse potrete comunque aggiungerne altre facendo clic sul triangolino nero accanto al pulsante firma.

Il procedimento per  far acquisire una firma è veramente semplice e completamente guidato. Si tratta di fare la propria firma su un foglio bianco e inquadrarla tramite la fotocamera del vostro Mac. Quando la firma sarà allineata alla riga blu presentata a video e la riterrete di vostro gradimento l’acquisirete tramite il pulsante Accetta.

Anteprima - procedura per inserire una nuova firma tramite telecamera

Anteprima – procedura per inserire una nuova firma tramite telecamera

A questo punto la vostra firma è acquisita e da questo punto in poi siglare PDF diventa davvero semplice.

Con il pulsante firma selezionato fate clic nel punto in cui vorrete apporre il vostro autografo e tenendo premuto il pulsante spostatevi tracciando così l’area nella quale vorrete apporre la firma. Durante questa operazione vedrete automaticamente la vostra firma che si ingrandisce man mano che aumenterete l’area di selezione. Quando le dimensioni saranno giuste lasciate il pulsante del mouse: il gioco è fatto.

Ovviamente potrete spostare e ridimensionare la firma appena apposta e quando il tutto sarà di vostro gusto salvate il documento e consegnate.

 

Salvare graficamente una pagina web

A volte può essere utile immortalare una pagina web per poi inserirla all’interno del proprio blog o semplicemente per archiviarla.

La prima mossa che viene in mente è quella di scattare una foto della finestra del browser tramite i tasti CTRL-COMMAND-4 seguiti dalla barra spazio ma questa soluzione è valida solamente per quelle pagine web che riescono a stare per la loro interezza nella finestra del browser… ovvero quasi nessuna!

Pagina web "troncata"

Ecco una pagina web “fotografata” con la combinazione di tasti ctrl-alt-4 seguito dalla barra spazio e un clic. Come si vede il resto del testo contenuto nella pagina viene perso…

In nostro aiuto viene un’applicazione gratuita e semplicissima da usare: Paparazzi!

Paparazzi! icon

Avviata l’applicazione questa richiede l’indirizzo web della pagina da salvare e…nella maggior parte dei casi può bastare questo. Parazzi! carica la pagina, la mostra, dopo di che a noi la scelta se condividerla o salvarla sul nostro disco. Una semplicità disarmante! La stessa pagina web recuperata da Paparazzi! da questo risultato (preparatevi ad una scroll-maratona):

Ecco la stessa pagina web ma "catturata" da Paparazzi! in tutta la sua lunghezza

Ecco la stessa pagina web ma “catturata” da Paparazzi! in tutta la sua lunghezza…

Paparazzi! permette poi opzioni interessanti come dimensioni minime e massime oltre le quali la schermata grafica non deve andare e un ritardo temporale prima di scattare la foto utile per siti che “si evolvono” dopo qualche secondo…

Potete scaricare Paparazzi! direttamente dal sito dello sviluppatore.

Acrobat Reader invadente con Safari

Probabilmente è capitato anche a voi: installate per le vostre ragioni Acrobat Reader (il lettore di PDF di Adobe) e, sorpresa, al primo PDF incontrato durante la navigazione con Safari scoprite che Anteprima è stato soppiantato prepotentemente da Acrobat…

Almeno che non siate fan sfegatati di Adobe, immagino che la lentezza e faraginosità di quel lettore, a dispetto della leggerezza e velocità di Anteprima, vi faccia venire l’orticaria e il sano sentimento di disinstallarlo immediatamente… e qui sorge il problema: non si può, con le normali vie non è possibile! Quei gran geni di Adobe sono consapevoli di questo problemuccio e lo espongono in questa pagina:

http://helpx.adobe.com/acrobat/kb/troubleshoot-safari-plug-acrobat-x.html

Dove dovrete essere voi a sporcarvi le mani e non loro con un bell’aggiornamento.

L’operazione è comunque semplicissima: occorre cancellare AdobePDFViewer.plugin nel seguente percorso:

/Library/Internet Plug-ins/AdobePDFViewer.plugin

Per accedere alla cartella Libreria, con il Finder in primo piano, premete la combinazione di tasti:

shift command c

Si aprirà una finestra dove verranno visualizzate le risorse del vostro Mac tra le quali il disco di sistema normalmente chiamato Macintosh HD.

Apritelo e tra le quattro canoniche cartelle troverete la Libreria.

Apritela e all’interno di essa troverete, tra le altre, la cartella Internet Plug-Ins.

Siete arrivati a destinazione. A questo punto buttate nel cestino AdobePDFViewer.plugin…

Vi verrà richiesta la password in quanto state modificando parte del sistema, e il gioco è fatto. Riavviate Safari e via con il veloce Anteprima.

Scaricare i video di YouTube

Sarà capitato anche a voi di trovare un video di interesse e vorreste in qualche modo poterlo scaricare sulla propria macchina. Purtroppo e per ovvie ragioni YouTube non offre questa possibilità ma a disposizione dell’utente più smaliziato ci sono più possibilità.

Tra le più semplici soluzioni ho trovato questa offerta da Voobys!: quando sarete davanti ad un video di interesse, nella barra degli indirizzi sostituite la parola “youtube” con “voobys” e date l’invio.

Scaricare video YouTubeScaricare video YouTubeIl browser caricherà una pagina con un bel pulsante Download ed il gioco è fatto. Nella cartella Download troverete il video scaricato. Solo un’accortezza: il file scaricato è in formato .flv (Flash) e il Mac, di per se, non è capace di aprire tali formati. Per far questo basta installare VLC, applicazione che permette di vedere filmati nei più svariati formati: è gratuito e facile da usare.

VoipStunt! e Telephone

VoipStunt!Se volete chiamare i numeri fissi a costo zero direttamente e comodamente dal vostro Mac e avete una connessione ADSL, allora vi consiglio vivamente il servizio VoipStunt! VoipStunt! a fronte di una ricarica minima di 10 euro vi offre la possibilità di chiamare cellulari e numeri esteri a tariffe veramente convenienti (per questo la ricarica necessaria) ma, ancora più interessante, numeri fissi, anche stranieri, a costo zero.

Se decidete di approfittare di tale servizio, il problema, per noi utenti Mac è la mancanza di un software voip rilasciato da VoipStunt (quindi già configurato) per la nostra piattaforma.

Fortunatamente esistono un sacco di software per Mac che consentono di chiamare via voip ma io vi consiglio la piccola, snella e gratuita applicazione Telephone di Alexei Kuznetsov.

Telephone, disponibile direttamente dall’AppStore è di una semplicità sconcertante: una volta configurato, si digita il numero di telefono, si preme invio e si inizia a parlare. Niente fronzoli, niente opzioni inutili. L’unica difficoltà è la mancanza, se non spulciando attentamente la rete, di una configurazione per Telephone di VoipStunt. Ma ecco subito il rimedio…

La configurazione da inserire nell’account di Telephone (tramite Preferences) è la seguente:

In accounts inserite:

Full Name: il vostro nome e cognome
Domain: sip.voipstunt.com
User Name: voipstunt username
Password: voipstunt password

E in Network inserite:

STUN Server: stun.voipstunt.com

Chiudete la finestra delle preferenze e a questo punto inserite il numero telefonico che volete chiamare preceduto dal +39, premete invio e la telefonata ha inizio.

Passare da una finestra all’altra

Con Mac Os X si può passare da una applicazione all’altra utilizzando la combinazione di tasti cmd-tab.

Forse non tutti sanno che Mac Os X consente di passare anche da una finestra all’altra di una applicazione aperta con la combinazione di tasti: cmd e ‘.

Immaginate tanti documenti di Pages o pagine di Safari aperte. Scoprirete che utilizzare questa combinazione di tasti è comodissimo ed immediato.

Certo è che sarebbe bello poter impostare la combinazione di tasti da cmd-‘ a cmd-\, il tasto proprio sopra il tab: così la navigazione tra applicazioni e finestre diventa immediato e possibile con una mano sola.

Poter cambiare questa combinazione di tasti è possibile. Aprite le Preferenze di Sistema e selezionate l’icona Tastiera.

Dalla finestra di impostazioni che compare fate clic su Abbreviazioni da tastiera (in alto) e nella colonna a sinistra selezionate la voce Input del testo e della tastiera.

Sulla destra vengono elencate le varie combinazioni di tasti attive. Selezionate la voce Evidenzia la finestra successiva e fate doppio clic sulla combinazione di tasti proposta a destra (commando-‘). Adesso potrete impostare la nuova combinazione di tasti: premete il tasto cmd e \. Fatto.

Adesso potrete aprire 10 finestre di Safari e passare da una all’altra senza staccare le mani dalla tastiera.